Feeds:
Articoli
Commenti

Convegno Qualità dell'ambiente e Salute pubblica Bedizzole 28 ottobre 2014

Cari soci e sostenitori del Comitato Civico “ Salute e Ambiente”, come  vi avevo anticipato nella precedente nota informativa , vi comunico che martedì 28 Ottobre 2014 alle ore 20.30 presso la Sala dei Servizi Sociali a Bedizzole in Viale Libertà, 36  ci incontreremo  per procedere  al rinnovo  del Direttivo.

In allegato trovate la locandina che abbiamo predisposto al riguardo.

Il Direttivo uscente ha condiviso che,  in occasione della conclusione del proprio mandato, sia importante richiamare l’attenzione non solo  sulla qualità dell’ambiente nel quale viviamo, ma anche riflettere  sulla funzione che i Comitati svolgono sul territorio. Ci aiuterà a  sviluppare questi  approfondimenti la Dott.ssa Sara Ambrogio, esperta in Scienze Ambientali.

L’importanza della funzione  che i Comitati possono svolgere a difesa dell’ambiente trova testimonianza anche nel  lavoro svolto dal  nostro Comitato che ha chiesto e  ottenuto il riconoscimento a partecipare a tutti i procedimenti amministrativi relativi  alle criticità  ambientali che sul  territorio si sono recentemente presentate e, consentimi di precisarlo,  mai per  sterile o preconcetta opposizione  ma sempre  in forma critica e costruttiva. Le memorie e le Osservazioni agli Atti dei procedimenti  credo ne costituiscano testimonianza.

Sono sicuro  che il nuovo Direttivo che andremo ad eleggere opererà  nella continuità  con quello in carica che si è caratterizzato  per l’assoluta apartiticità, la presenza di competenze finalizzate  a rendere efficace l’operatività, le scelte collegiali, la presenza di rappresentanti non solo del Comune di Bedizzole) .

Esprimo l’auspicio che la rosa dei candidati sia ampia per confermare il desiderio di impegno e di partecipazione che abbiamo avuto modo di cogliere in questi anni.

P.S. Non sarà necessario procedere ad alcuna contribuzione. Senza alcun aiuto istituzionale ma solo con le nostre piccole energie, chiudiamo il mandato con un  significativo attivo.

A tuti voi il mio personale ringraziamento,

per il Direttivo

Il Presidente

Prof. Gianpietro Fogliazza

Cari Soci e amici del Comitato Civico Salute e Ambiente,

vi anticipo che, come condiviso nella riunione del Direttivo di settembre, entro la fine di ottobre c.a. verrà convocata una Assemblea del nostro Comitato “ Salute e Ambiente” per procedere al rinnovo del nostro Direttivo e alla conseguente elezione del nuovo Presidente. Stiamo valutando la proposta di svolgerla nella forma di Assemblea Pubblica nel corso della quale soffermarci sulle problematiche relative alla situazione ambientale del nostro territorio. Seguirà una specifica comunicazione.

Si è provveduto alla sostituzione della Signora Daniela Armanini, che ricopriva nel Direttivo la carica di Vicepresidente, a seguito della presentazione di dimissioni per incompatibilità risultando eletta nel Consiglio Comunale di Bedizzole. La funzione di vicepresidente viene temporaneamente ricoperta dal consigliere Signor Vincenzo D’Abbraccio.

Colgo l’occasione per fornirvi alcuni importanti aggiornamenti

La vicenda relativa alla costruzione e all’esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica e calore alimentato da fonti rinnovabili ( pollina) da realizzarsi in Bedizzole, alla via dei Riali, rimane “congelata “ con l’ordinanza del T.A.R. di Brescia che ha respinto in data 3 settembre 2013 l’istanza cautelare di annullamento, previa sospensione, del provvedimento della Provincia, ed allo stato attuale non ci risulta vi siano stati sviluppi conseguenti.

Come riportato dalla stampa, a Bedizzole, in loc. Barbelli, una società privata (SC&C Srl) intende costruire un impianto (di potenza nominale di 98,89 Kw) per la produzione di energia elettrica, per un totale annuo di circa 850.000 Kwh, utilizzando l’acqua prelevata dal fiume. Poiché riteniamo che la realizzazione di questo impianto, dichiarato di pubblica utilità in quanto utilizza fonti rinnovabili, sarà fortemente negativo per la comunità di Bedizzole, per il suo territorio ed il suo ambiente fluviale, il nostro Comitato intende avanzare richiesta di partecipazione al procedimento amministrativo e , a prescindere dall’accoglimento dell’istanza, manifesta il proprio impegno ad affiancare gli Enti e le Istituzioni, a partire dall’Associazione Vita fiume Chiese Bedizzole e dal Comune di Bedizzole, che ci risulta siano già impegnati nel contrastare la realizzazione del progetto.

Si è concluso il procedimento amministrativo relativo alla costruzione di un impianto energetico di cogenerazione alimentato da effluenti zootecnici e biomasse agricole, di potenza 100 KWe ed un sistema di trattamento biologico per l’abbattimento dell’azoto. In sostanza si tratta di un impianto di digestione anaerobica alimentato con le deiezioni derivanti dall’attività di allevamento (vitelli da ingrasso a carne bianca e polli su broiler) dell’azienda richiedente, ovvero 3886 mc/anno di liquami bovini, 455 t/anno di pollina, oltre che 104,5 t/anno di paglia da grano/orzo proveniente dai terreni aziendali. La richiesta era stata presentata in data 17 febbraio 2014 dall’Azienda Antonelli Gianluigi.

E’ ancora in fase di valutazione la richiesta presentata al Comune di Bedizzole dalla società Energy Powers.r.l., avente per oggetto la realizzazione di un edificio produttivo (capannone) per l’installazione di un sistema di cogenerazione a biomassa in adiacenza al sito di compostaggio di proprietà della SanitariaServizi Ambientali s.n.c. (centro di recupero di biomasse derivate da gestione del verde e raccolta differenziata). Il capannone oggetto del procedimento edilizio è finalizzato a contenere un impianto per la produzione combinata di energia elettrica e termica tramite una caldaia (199 KWe) che, come combustibile, utilizza la biomassa legnosa (cippato) residuale dell’attività di compostaggio.

Va ricordato che la normativa di riferimento FER PAS ( Fonti Energia Rinnovabile – Procedura Abilitativa Semplificata) e SCIA ( Segnalazione Semplificata di Inizio Attività) consente una notevole semplificazione burocratica del procedimento autorizzativo, procedimento che è di competenza del Comune in cui si realizzano gli impianti.

Ai procedimenti amministrativi il nostro Comitato ha partecipato presentando proprie Osservazioni che sono state acquisite agli Atti come risulta dai verbali dei procedimenti.

È in fase di valutazione la richiesta di variante sostanziale all’autorizzazione ex art.208 D.Lgs.n.152/2006 – Sanitaria Servizi Ambientali s.r.l. La variante consiste nella richiesta di:

  1. aumento del quantitativo annuo autorizzato al trattamento (82713 t/anno),
  2. produzione di ammendante vegetale non compostato che necessita di un minor tempo di “maturazione”, ovvero 90 gg., rispetto a quello compostato che è di 180 gg.
  3. modifica dell’impianto di gestione delle ceneri ( già autorizzato con Determina n°3955 del 03/10/2013).

La modifica consiste nella realizzazione di impiantistica diversa da quella autorizzata in precedenza perché, a parere della ditta, non rispondeva alle necessità operative.

Confidando di incontrarci presto, cordiali saluti

Il Presidente del Comitato Civico Salute e Ambiente

Gianpietro Fogliazza

Abbiamo ricevuto comunicazione , come da locandina allegata, che il Comitato Campagnoli promuove un incontro di approfondimento sul tema “Qualità dell’aria e salute pubblica” che avrà luogo Venerdì 27 Giugno alle ore 20.30.

L’incontro si prefigge di informare i cittadini sugli effetti diretti della “mal’aria” e di incoraggiare il dialogo tra cittadini e istituzioni per valutare insieme contromisure e azioni di prevenzione.

I relatori, oltre ad illustrare la situazione ambientale delle nostre zone, drammaticamente prime nelle classifiche delle aree più inquinate del pianeta, affronteranno le tematiche sanitarie collegate a questa situazione e le conseguenze sulla salute dei cittadini.

Il Comitato Civico “Salute e Ambiente di Bedizzole , impegnato  da tempo nelle iniziative di approfondimento e sensibilizzazione sulle problematiche ambientali e di confronto costruttivo con le istituzioni sia pubbliche che private,  manifesta apprezzamento per l’iniziativa, ne condivide gli obiettivi ed invita alla partecipazione , accanto alle amministrazioni dei comuni del territorio e alle  numerose associazioni impegnate sui temi della tutela dell’ambiente e della salute.

Il Presidente

Gianpietro Fogliazza

 

Immagine

Il sottoscritto Gianpietro Fogliazza , Presidente del Comitato Civico “ Salute e Ambiente” di Bedizzole
convoca un’assemblea ordinaria dei soci
Detta assemblea è indetta in prima convocazione il giorno 10 aprile 2014 alle ore 12 ed in seconda convocazione il giorno
10 aprile 2014 alle ore 20.30
presso l’Agriturismo Macesina in Via Borghetto 20 Bedizzole.

L’assemblea è convocata per deliberare sul seguente ordine del giorno:
· Approvazione del bilancio consuntivo 2013 e preventivo 2014
. Aggiornamenti sullo stato del ricorso al TAR
. Iniziative da attivare per lo sviluppo del Comitato
· Varie ed eventuali.

Si ricorda che il Direttivo, attualmente in carica, sta completando il mandato triennale.

Avremo modo anche di scambiarci gli Auguri di Pasqua.
Tanti saluti cordiali ed un ringraziamento a tutti coloro che profondono il loro impegno a difesa dell’ambiente e del nostro territorio.

Il Presidente,
dott. Gianpietro Fogliazza

N.B. Ogni socio potrà farsi rappresentare in Assemblea da un altro associato con delega scritta. Ogni socio non può ricevere più di tre deleghe.
PS per rinnovare la propria iscrizione annuale o iscriversi al Comitato

 

Cari soci e amici del  Comitato,

in questi giorni si è diffusa la notizia che a Bedizzole siano  state riproposte  le richieste di   realizzazione di alcuni impianti di “gassificazione”.

Riteniamo opportuno fornirvi le informazioni che abbiamo acquisito dai documenti che sono stati presentati nelle sedi competenti ed esprimere alcune precisazioni.

Prima di entrare nel merito della notizia sopra citata, è opportuno ricordare che la vicenda relativa alla realizzazione del “gassificatore della pollina” rimane “congelata “ con l’ordinanza del T.A.R. di Brescia che ha respinto in data 3 settembre 2013 l’istanza cautelare di annullamento, previa sospensione, del provvedimento della Provincia con il quale veniva respinta la richiesta di costruzione e di esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica e calore alimentato da fonti rinnovabili (pollina) da realizzarsi in Bedizzole, in località dei Riali, ed allo stato attuale non ci risulta vi siano sviluppi conseguenti.

Detto questo, abbiamo riscontrato che, effettivamente, sono state presentate 2 richieste per la realizzazione di altrettanti impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, impianti di diversa impostazione tecnologica, che utilizzano biomasse di origine animale e vegetale.

1ª richiesta.

Il 17 Febbraio 2014 è stata presentata la richiesta di autorizzazione per la realizzazione (in località Riali, la stessa del gassificatore) di un impianto energetico di cogenerazione alimentato da effluenti zootecnici e biomasse agricole, di potenza 100 KWe ed un sistema di trattamento biologico per l’abbattimento dell’azoto.

In sostanza si tratta di un impianto di digestione anaerobica alimentato con le deiezioni derivanti dall’attività di allevamento (vitelli da ingrasso a carne bianca e polli su broiler) dell’azienda richiedente, ovvero 3886 mc/anno di liquami bovini, 455 t/anno di pollina, oltre che 104,5 t/anno di paglia da grano/orzo proveniente dai terreni aziendali.

Questi impianti, comunemente definiti “bio-digestori anaerobici”, come sicuramente molti di voi sanno, ormai sono una realtà abbastanza diffusa nelle aziende agricole della nostra provincia (ed in altre province limitrofe) in quanto, oltre che rispondere alle sempre più stringenti normative riferite alla gestione dei nitrati in agricoltura, costituiscono una significativa integrazione al reddito aziendale.

La normativa di riferimento (FER PAS – Fonti Energia Rinnovabile – Procedura Abilitativa Semplificata) consente una notevole semplificazione burocratica del procedimento autorizzativo, procedimento che è di competenza del Comune in cui si realizza l’impianto.

Ci risulta che il Comune di Bedizzole, il 10 marzo 2014 ha avviato il procedimento convocando la Conferenza dei Servizi nel corso della quale gli enti competenti ( ARPA, ASL, VVFF; Provincia, A2A Ciclo Idrico, Ufficio Comunale AUA ) hanno espresso i pareri di merito e, viste alcune carenze documentali, hanno concesso alla ditta richiedente 30 giorni (10 Aprile 2014) di tempo per presentare le integrazioni richieste.

 

 

2ª richiesta.

Alcuni mesi orsono (dicembre 2013) è stata presentata al Comune di Bedizzole, dalla società Energy Power s.r.l., una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) avente per oggetto la realizzazione di un edificio produttivo (capannone) per l’installazione di un sistema di cogenerazione a biomassa in adiacenza al sito di compostaggio di proprietà della Sanitaria Servizi Ambientali s.n.c. (centro di recupero di biomasse derivate da gestione del verde e raccolta differenziata).

Il capannone oggetto del procedimento edilizio è finalizzato a contenere un impianto per la produzione combinata di energia elettrica e termica tramite una caldaia (199 KWe) che, come combustibile, utilizza la biomassa legnosa (cippato) residuale dell’attività di compostaggio.

Risulta che il Comune di Bedizzole, a fronte di una documentazione ritenuta non esaustiva, ha richiesto alla ditta di presentare, entro il mese di marzo, la documentazione integrativa e, nel frattempo necessario alle opportune verifiche e valutazioni, di astenersi dall’iniziare i lavori.

Va ricordato che la SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività – è la dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva senza dover più attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti. La SCIA, ai sensi dell’art. 19 della legge 241/90,  produce infatti effetti immediati per cui si può avviare subito la propria attività.

Stiamo seguendo l’evolversi delle vicende, compatibilmente con la possibilità di partecipazione al procedimento dei soggetti non istituzionali, alla luce della normativa vigente in materia, e vi forniremo ulteriori informazioni al riguardo.

Il Presidente del Comitato

Dott. Gianpietro Fogliazza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cari soci e amici del Comitato Civico “ salute e Ambiente “ di Bedizzole,
come molti di voi avranno potuto conoscere attraverso i  mezzi di informazione, a Campagnoli di Lonato , poco distante dal centro Commerciale il Leone, è stata autorizzata la realizzazione di un megaimpianto per lo smaltimento di  rifiuti speciali non pericolosi  che prevede l’inserimento di una “linea per la produzione di energia elettrica da cofermentazione  anaerobica da fanghi di depurazione e altre matrici organiche”.

A Campagnoli di Lonato è sorto un Comitato per contrastare la realizzazione  di questo impianto  ed è stato richiesto al nostro Comitato civico “ Salute e Ambiente” di esprimere solidarietà e sostegno all’iniziativa. E’ stato scritto che questo comitato raccoglierà l’eredità del Comitato civico di Bedizzole e questo ci rende orgogliosi perché significa apprezzamento per il  lavoro che abbiamo compiuto con il sostegno della gente e delle amministrazioni che ci hanno sostenuto.

Dai frequenti colloqui che ho avuto nei giorni scorsi con il presidente, Signor  Alberto Pace, ho avuto modo di trovare interessanti analogie con le strategie che abbiamo seguito nella nostra civile “battaglia” e ho manifestato disponibilità ad offrire collaborazione, fornendo  i suggerimenti e i consigli che mi sono stati richiesti  alla luce della esperienza maturata dal nostro Comitato e dei risultati da esso conseguiti.

Ribadisco, e so di trovare ampia condivisione tra di voi, che il nostro Comitato, principalmente impegnato sulle criticità ambientali del territorio, non farà mancare appoggio, sostegno e solidarietà a quei movimenti e a quei Comitati che “combattono” la loro civile “battaglia” per rivendicare il diritto dei cittadini di esprimersi,  in modo autorevole e con dignità pari a quella dei soggetti coinvolti nei procedimenti amministravi,  per essere protagonisti delle scelte che li coinvolgono in prima persona e che possono avere ripercussioni sulla  loro salute e sulla loro vita. Si tratta , peraltro, di un Comune, Lonato,  che ha espresso appoggio alla battaglia che noi abbiamo “ combattuto” a Bedizzole.
Abbiamo maturato , e lo affermo con forza, il convincimento che proprio attraverso la presenza consapevole, la partecipazione , la mobilitazione possa essere contrastata o ridimensionata  la realizzazione di progetti che, con vantaggio di pochi e per mero interesse economico, possono recare danni all’ambiente e alla salute.
Vi informo che mercoledì 23  ottobre 2013 alle ore 20.30 si svolgerà presso il palazzetto dello sport di Lonato un incontro di approfondimento e discussione sul tema
“Bio”gassificatori, impatto sul territorio e sull’ambiente.

A tutti voi , cordiali saluti
Il presidente
prof. Gianpietro Fogliazza

 

1380688_242465289240399_187286755_n

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 163 follower